Come qualsiasi struttura medioevale non poteva mancare il centro del culto per eccellenza, la cappella del castello. Questa si estende sopra al cortile, posta più in basso solo rispetto al mastio, una torre puramente difensiva.
Anche qui l’arco d’ingresso è a sesto acuto. Le colonne all’interno richiamano lo stile corinzio, quindi circondate dalle festose foglie d’acanto. La chiesetta è tuttora dedicata alla Madonna della Catena, la cui statua originale, in pregiato alabastro, giace a Palermo in una proprietà dei discendenti di una delle ultime casate: i Trabia.

Andrea Francesco Paolillo

TORNA AL CASTELLO DI MUSSOMELI