Questo splendido parco ha anche un grande rilievo storico, non solo perché qui si svolse la famosa Battaglia di Pavia del 1525 in cui si scontrarono il re di Francia Francesco I di Valois e l’imperatore Carlo V d’Asburgo per la supremazia in Europa ed il predominio in Italia, ma perché rappresenta una parte del magnifico Parco Visconteo, che iniziò il suo declino proprio dalla fine della battaglia che vide la vittoria spagnola. Il parco della Vernavola era al centro del Parco Vecchio, fatto costruire da Galeazzo II Visconti intorno al 1360 e poi fu ampliato intorno al 1390 da Gian Galeazzo Visconti aggiungendo il Parco Nuovo sino alle mura della Certosa di Pavia. Numerose testimonianze descrivono il Parco Visconteo come un luogo ricco di flora e di fauna, con rarità pregiatissime di piante, e fu riserva di caccia dei Visconti, recintata da un muro perimetrale lungo 22 km di cui ancor oggi si possono osservare i resti. Importante quindi anche la radice storica che mostra come sia stata preservata nel tempo l’attenzione per la conservazione della biodiversità e la tutela di flora e fauna caratterizzanti questo splendido territorio.

Guido Rossi

TORNA AL PARCO DELLA VERNAVOLA