Come ogni opera ben riuscita il parco subì delle variazioni fino ad arrivare ad oggi che non basterebbe un giorno intero per visitarne l’interno, non per altro i monumenti da visitare sono diversi e vi troviamo:

  • Il Palazzo di Cristallo

È un edificio completamente composto da vetrate che lasciano trapassare la luce colorandosi di tutti i colori al suo interno, soprattutto alle prime ore del mattino e al tramonto. In generale ospita esposizioni artistiche o eventi culturali.

  • Il Palazzo de Velasquez

Il palazzo è realizzato con due tonalità diverse di mattoni e, anche quest’ultimo, è decorato con vetrate e ferrate che permettono alla luce di penetrarvi. Ora l’edificio appartiene al Ministero della Cultura e collabora con il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia. Il palazzo prende il nome dal suo architetto Ricardo Velazquez Bosco.

  • Il Bosco degli scomparsi

È un monumento commemorativo dedicato alle vittime degli attentati dell’11 marzo 2004 e alle forze speciali rimaste vittime dei kamikaze.

  • La Fontana dell’Angelo Caduto

La fontana in verità rappresenta Lucifero nel momento della caduta dal cielo ed è l’unico monumento al mondo dedicato al Dio degli Inferi.

  • La Casetta del Pescatore

È l’unica rimanenza delle casette decorative dei giardini privati che si usavano negli anni del Regno di Ferdinando VII.

Piola Nuñez Infante
Alberto Rubio Aguilar
Eduardo Moya

TORNA AL PARQUE DEL RETIRO