Una delle curiosità legate a questo luogo è la famosa passeggiata concessa dalla regina Margherita ai suoi prigionieri, i quali potevano ritenersi liberi qualora fossero riusciti a raggiungere il centro della piazza, a occhi bendati, partendo dalla porta di Palazzo Reale e passando tra le due statue equestri. Questo non accadde mai a causa di una sorta di “maledizione” lanciata dalla stessa regina. In realtà oltre la leggenda, la motivazione più attendibile è che la Piazza presenta un suolo pendente e irregolare che impedisce di camminare per i 170 metri in linea retta.

Alessandra Giglio
Fulvio Padulano

TORNA A PIAZZA DEL PLEBISCITO