I quattro palazzi che troverete arrivando alla piazza sono di epoche differenti. Andiamo a conoscerli meglio:

  • Palacio de Buena Vista, conosciuto oggigiorno anche come Quartiere Generale dell’Esercito, fu costruito nel 1777 ed è il più antico palazzo fra i quattro. L’edificio sembra essere nascosto dagli alberi, di fatto non è possibile vederlo in tutta la sua fiera forma dalla Plaza de Cibeles, poiché fu costruito su un promontorio. Negli anni della ristrutturazione vi fu aggiunto un piano, così che un frontespizio del palazzo venne incorporato alla facciata principale che dà sulla via principale di Madrid.
  • L’ultimo palazzo a essere stato costruito, dal 1904 al 1907, è il Palacio de Comunicaciones. Il suo aspetto è caratterizzato dall’altezza che sembra inglobare nella sua maestosità la piazza, ma soprattutto dalla scelta degli elementi decorativi che ricordano i modelli architettonici statunitensi e l’architettura medievale spagnola. Il palazzo è sede dal 2007 del comune di Madrid.
  • Il Palacio de Linares prende il nome da colui che ordinò la sua costruzione: il marchese di Linares, Mateo Murga Michelena. L’architetto Carlos Colubí iniziò i suoi lavori nel 1877 e terminarono nel 1900. Le particolarità del palazzo sono racchiuse nelle decorazioni, oltre ad essere opera di famosi artisti come Ferrant, Amérigo e altri, al suo interno si trovano il vestibolo ovale e la scala a doppio scivolo.
  • Banco de España, si tratta della sede ufficiale del Banco spagnolo, inaugurato nel 1891 la sua costruzione fu opera di Eduardo Adaro e Severiano Sainz, secondo la volontà di Alfonso XII che nel 1882 collocò la prima pietra dell’attuale edificio. Successive modifiche e ampliamenti furono apportati negli anni a venire, tra questi fu importante la partecipazione di Bernardo Asinis, colui che si dedicò alla progettazione della porta di ferro.
    Ricardo Rosa
    Horacio Lander
    Ruben Cid Costa

    TORNA A PLAZA CIBELES