Caccamo

Un borgo con un'antica storia che risale addirittura all'epoca dei Normanni!
Corso Umberto I, 78
Portami qui

BREVE PRESENTAZIONE

La città sorge alle pendici del Monte S. Calogero, sulla valle del fiume San Leonardo; le sue origini risalgono al 480 a.C., quando i Cartaginesi si rifugiarono in questa zona dopo la disfatta di Himera, avvenuta da parte del tiranno siracusano Gelone. Intorno all’800 d.C. vengono invece datate alcune tracce bizantine di un insediamento urbano. Inoltre, si suppone che anche i saraceni siano stati presenti in questo territorio, considerati i nomi di quartieri e contrade della città. Ma la vera storia di Caccamo ha origine con i Normanni quando, nel 1904, divenne feudo ed ebbe inizio la costruzione del Castello.

 

DESCRIZIONE GENERALE

L’ingresso al castello è preceduto da una rampa di accesso protetta da merli, sul lato destro, e da un bastione, sulla sinistra; qui è scolpita sulla pietra una mano che regge una bilancia e le lettere D.I.V.Q.I.T. (Diligite Iustitiam Vos Qui Iudicatis Terram), testimonianza del pieno potere dei Signori che amministravano la giustizia.

Oltrepassando un cancello in ferro si accede ad una una corte, sulla quale si affaccia, con una loggia a due arcate, l’ala Prades, una sala un tempo adibita alle udienze che nel tempo divenne Teatro di Corte; quest’ultima è sormontata da un terrazzo, al di sotto del quale si trova la scuderia. Attraverso un arco a tutto sesto, di fattura chiaramontana, si giunge alla Cappella di Corte preceduta da un panoramico spiazzo. Da qui è possibile raggiungere le carceri intagliate nella roccia e attraversando il ponte levatoio, ci si ritrova nell’atrio dove si apre l’ingresso principale.

 

LE CHIESE

La Chiesa dell’Annunziata ha origine Medievale e venne costruita a più riprese, per questo motivo presenta diversi stili architettonici…

PER SAPERNE DI PIÙ SULLE CHIESE

 

AUTRICE: Laura Lauricella

 

FOTO DELLA COMMUNITY:

  • Ornella Passavanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Corso Umberto I, 78
Portami qui