Cascate Auso – Fiume Fasanella

Scenari che solo la natura incontaminata ci riesce a regalare. Un luogo che merita una scampagnata!

DESCRIZIONE GENERALE

A contribuire alla bellezza naturalistica di questo territorio, ci sono i numerosi corsi d’acqua che lo attraversano, originando luoghi di grande fascino, come le Cascate del Fiume Auso.

Il fiume “Phasis” raccoglie le acque dei monti Alburni, convogliate sotterraneamente per la natura carsica del terreno, attraverso inghiottitoi e grave, che sfociano alla fine nel fiume Calore.

Esso sgorga dalla profonda e tenebrosa Caverna dell’Abisso, sotto la quale si possono osservare antichi mulini ad acqua.

Lo scenario che vi ritroverete dinanzi è molto suggestivo: il fiume sgorga all’improvviso da un’insenatura della roccia; se ne sente la “voce” prima di poterne vedere la sorgente, che si trova al di là della cascata alta circa 8 metri. Ancora oggi, grazie alla purezza delle sue acque, il fiume è popolato di trote, anguille e anche di qualche lontra.

Nei pressi della sorgente, si può ammirare un’antica testimonianza di architettura romana: un ponte in pietra ad unica arcata con profilo a schiena d’asino, ancora percorribile, che sovrasta il torrente.

Il luogo è anche attrezzato per pic-nic, da potersi godere con amici o gamigliari, immersi nella natura incontaminata.

La cascata, facilmente raggiungibile, dista circa 2 km dal centro abitato, precisamente dalla punta meridionale del borgo.

 

AUTORE: Luigi Marino

 

FOTO DELLA COMMUNITY:

  • Luigi Marino
  • Ivan Agostino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *