Castello di Carlo V a Lecce

Il castello simbolo di Lecce in tutta la sua maestosità
Viale Felice Cavallotti
Portami qui

DESCRIZIONE GENERALE

La costruzione del castello risale al XII secolo quando il Re Tancredi governava sul territorio leccese . Il nome fu attribuito al castello due secoli dopo, nel ‘500, quando fu proprio Carlo V a voler la sua ristrutturazione, messa in opera dall’architetto salentino Gian Giacomo dell’Acaya. Si pensa che la ristrutturazione sia stata terminata proprio nell’anno della morte del Viceré Pietro de Toledo, nel 1553, e che proprio per questo al centro della volta della Sala Maria d’Enghien è presente lo stemma familiare. Solo sotto il dominio di Carlo V il castello svolge il suo compito primario, ovvero quello di proteggere la città dalle incursioni nemiche, consolidando la grandezza imperiale asburgica. Ma il progetto di miglioria, dal punto di vista difensivo, della città non si limitò semplicemente al solo castello. La struttura centrale del castello venne rinforzata ed andò a inglobare la struttura medievale già esistente. Il progetto comprendeva la messa in opera di una cortina muraria che andava a collegare i maestosi 4 bastioni: San Martino con San Giacomo verso l’esterno del borgo e Santa Trinità con Santa Croce sul lato verso il centro abitato. Questi ultimi due bastioni prendono il nome dal Monastero Celestino di Santa Croce e la cappella della Santa Trinità, che purtroppo sono stati demoliti per permettere le opere di ristrutturazione.

Di pregevole rilievo artistico è il portale interno che vi condurrà all’enorme sala del corpo centrale dell’edificio, contraddistinto da pregiati capitelli scolpiti e da una preziosa cornice, e da qui arriverete al cortile interno. Di rilevante grandezza anche il piano superiore. Vi colpiranno subito le enormi vetrate che illuminano il salone. Recentemente restaurata la sala vi si presenterà con delle volte ad ogiva sostenute agli angoli da possenti colonne in pietra.

Ora il castello rappresenta la punta di diamante del circuito culturale del capoluogo salentino.

Per chi fosse interessato si possono anche organizzare delle visite guidate, per maggiori informazioni vi suggeriamo di visitare il loro sito internet per saperne di più e per conoscere gli orari e i giorni di apertura.

 

FOTO DELLA COMMUNITY:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Viale Felice Cavallotti
Portami qui