Castro Marina

Soprannominata la "Perla del Salento" è uno dei borghi più affascinanti sul territorio

DESCRIZIONE

Lungo la costa orientale della penisola salentina a picco sulle acque limpide dell’Adriatico spicca il borgo di Castro, soprannominato la “Perla del Salento”. A 15 km da Otranto, 45 da Lecce, 50 da Gallipoli e 25 da Leuca, Castro rappresenta uno degli angoli più incantevoli del Salento. La località è divisa in due zone: Castro Superiore e Castro Marina. Nella prima, degno di nota è il Castello. Risalente alla metà del Cinquecento, nel 1480, a seguito dell’invasione turca, venne semi distrutto, sorte toccata anche a molti edifici di Otranto e dintorni. Il castello è contornato da quattro torri, la più alta viene detta la Torre del Cavaliere. All’interno del castello si trova una bellissima piazza-terrazza panoramica e un Museo Civico. Proprio al porticciolo su cui si affaccia la terrazza del castello, secondo i racconti di Virgilio, approdò l’eroe mitologico Enea. Da visitare è anche la Cattedrale di Castro, edificio a croce latina, che si erge sulle rovine di un tempio greco. Strutturata in una sola navata è una delle cattedrali più belle dell’architettura romanica. All’interno si possono ammirare un altare barocco e delle tele dedicate a Madonna Annunziata. Nella parte inferiore troviamo Castro Marina in cui è impossibile non rimanere affascinati dalla bellezza naturalistica della costa rocciosa e frastagliata lungo la quale sono presenti diverse grotte, createsi dalla lenta erosione delle formazioni carsiche, prima fra tutte la grotta Zinzulusa. Le fresche sorgenti, le acque limpide di un azzurro intenso e i fondali ricchi di flora e fauna marina si rivelano essere perfetti per gli amanti delle immersioni e delle escursioni in barca. Da non perdere, inoltre, la processione di metà agosto dedicata alla Madonna, durante la quale le barche escono dal porto in corteo. Castro Marina è anche ricca di ristoranti e locali dove assaporare i piatti tipici della cucina locale e ottimi piatti a base di pesce.

TESTO Letizia di Seclì

FOTO DELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *