Itinerario da Torre dell’Orso a Sant’Andrea

Un'escursione panoramica davvero unica e imperdibile

DESCRIZIONE GENERALE

Punto di partenza della scenografica escursione che vi stiamo per proporre è la cinquecentesca Torre dell’Orso. Da qui si può ammirare la baia a mezzaluna sottostante alla torre. Un punto panoramico molto caro ai visitatori in terra salentina. Proseguendo per il marciapiede arriverete alla pineta, censita come Sito d’Importanza Comunitaria dall’Unione Europa. Quando arriverete ad una rotonda proseguite verso il bosco, dove il sentiero vi condurrà fino ad un muretto a secco. Percorrendo parallelamente a quest’ultimo potrete scorgere poco più avanti le Due Sorelle e Punta Matarico. Proseguendo verso sud, stando sempre attenti al terreno sconnesso, arriverete a scoprire delle bellezze nascoste, come le Grotte dell’Acqua Dolce. Raggiungerle non è alla portata di tutti, quindi prestate molta attenzione. Potrete trovare altre grotte prima di arrivare a Sant’Andrea. Una di queste è la Grotta Ronzu Beddhru, piccolo angolo di paradiso quando le spiagge salentine sono prese d’assalto dai turisti.

Molto caratteristico della zona, tale da essere diventato il simbolo della località marina, è il faraglione ad arco di Sant’Andrea. Sempre lì in zona provate a cercare anche la Grotta del Canale e la Grotta del Pepe. Approfittate anche della baia principale di Torre Sant’Andrea, dove oltre che godere di un bel bagno, potrete anche dissetarvi o mangiare qualcosa nei vari bar che troverete lì in zona.

Proseguendo lungo il costone potrete scoprire le spiagge nascoste di Torre Sant’Andrea. Subito dopo aver risalito la costa, vi ritroverete all’ingresso di un sentiero che prosegue sulla falesia. Addentrandovi, potrete ammirare lo scoglio dellu Mbruficu, la Grotta di Mafar e le due spiaggette di Conca Specchiulla.

Una bella escursione che se fatta bene vi occuperà tutto un pomeriggio, ma le emozioni che proverete nel percorrere questo tratto di costa vi lascerà sicuramente dei bei ricordi.

 

FOTO DELLA COMMUNITY:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *