Loreto

Conosciuta in tutto il mondo per la sua basilica dal curioso aneddoto a cui è legata, è assolutamente da visitare!
Loreto
Portami qui

BREVE PRESENTAZIONE

Loreto è la culla della spiritualità marchigiana e una delle mete di culto mariano più importanti d’Europa e del mondo. Adagiata su una collina nel cuore della Riviera del Conero, gode di una splendida vista panoramica che spazia dai monti al mare, passando per il verde florido della vegetazione.

 

DESCRIZIONE GENERALE

Luogo d’arte e di cultura per l’unicità della sua storia, la fama di Loreto è legata da sempre alla celebre Basilica. Qui è custodita una reliquia molto particolare: la Santa Casa di Nazareth, dove, si racconta, la Vergine Maria visse e ricevette l’annunciazione della sua maternità dall’angelo Gabriele, e nella quale è esposta alla venerazione dei fedeli la statua della Madonna Nera.

Secondo la tradizione cristiana la Santa Casa, costruita in pietra , fu trasportata miracolosamente da Nazareth a Loreto il 10 dicembre 1294. La traslazione avvenne per opera degli angeli che la portarono via in volo dalla Palestina, dopo la sconfitta dei templari, per sottrarla alla minaccia musulmana. Il rivestimento marmoreo della Santa Casa, progettato e realizzato a bassorilievi dall’architetto rinascimentale Donato Bramante, è una delle opere più importanti all’interno del Santuario e anche una delle espressioni d’eccellenza dell’arte cinquecentesca italiana.  Alla realizzazione di quest’opera grandiosa collaborarono vari e noti artisti dell’epoca, così come tanti altri e grandi artisti hanno operato, nei secoli, per impreziosire l’interno della Basilica con dipinti, mosaici, affreschi, statue e gioielli architettonici:  Luca Signorelli, Pomarancio , Carlo Maccari, per citarne alcuni. La Torre campanaria ( quasi 76 m d’altezza) della Basilica, in stile barocco, fu progettata dall’architetto Luigi Vanvitelli ed eretta tra il 1750 e il 1754.

Al centro della Piazza della Madonna, su cui si affaccia il Santuario, sorge un’opera ingegneristico-artistica di gran pregio: la Fontana Maggiore, anch’essa in stile barocco, progettata e realizzata nel 1600 dagli architetti Carlo Maderno e Giovanni Fontana.

Sotto il loggiato di Piazza della Madonna si trova il Museo Antico Tesoro della Santa Casa col suo patrimonio ingente di arte e di fede. Qui sono stati raccolti oggetti artistici di grande pregio e valore: dipinti, sculture, affreschi, maioliche e arazzi donati alla Santa Casa a testimonianza della devozione e del prestigio che da sempre il Santuario di Loreto gode in tutto il mondo. Fra le varie raccolte citiamo le nove tele di Lorenzo Lotto, uno dei massimi pittori del Rinascimento, che operò nelle Marche e a Loreto trascorse gli ultimi anni della sua vita.

 

AUTRICE: Maria Paola Mandozzi

 

FOTO DELLA COMMUNITY:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *