Martano

Borgo ricco di tradizioni e storia salentina

DESCRIZIONE GENERALE

Nella Grecìa Salentina, troverete Martano, un borgo tra i più vasti di questa zona. Viene chiamato anche Antica Terra, dove le torri difensive e il castello col suo ampio fossato sono la dimostrazione delle antiche origini di Martano.

Come per molti centri abitati salentini, l’origine del borgo è di difficile ricostruzione. Qui la storia e la leggenda sono difficili da distinguere. La leggenda vuole che Martano sia stata fondata dagli antenati di Minosse, mentre alcuni reperti storici darebbero il merito della fondazione del borgo al centurione romano Martius, che ricevette queste terre in dono per il suo ottimo lavoro di conquista da parte sua e dei Romani nel 267 a.C. In epoche più recenti, la cittadina subì le invasioni di greci e bizantini, i cui resti si possono ancora trovare nel dialetto locale.

Il centro storico di Martano è circondato dalle mura col fossato, torri e castello. L’ottima conservazione rende questo borgo un centro ad altissimo interesse. Le molte case a corte del centro sono un’ottima dimostrazione dell’edilizia delle famiglie patriarcali. Molte sono anche i palazzetti che portano ancora oggi gli stemmi, i portali e le colonne angolari risalenti a tempi passati.

Di importante valore artistico sono il castello e la chiesa parrocchiale. Il primo fu costruito nel XV secolo e fu voluto da Ferdinando e Alfonso d’Aragona. Anche se col tempo si trasformò in una residenza signorile, il castello presenta ancora delle caratteristiche militari, come i muri scarpati e le torri cilindriche. La seconda, invece, risale alla fine del XVI secolo ed è stata dedicata all’Assunta, patrona del borgo. Altri edifici religiosi degni di nota sono la cappella dell’immacolata e del Carmine, il monastero di Santa Maria della Consolazione dei monaci di Casamari.

Al di fuori delle mura, non troppo distanti da Martano, potrete visitare Palazzo Andrichi-Moschettini, risalente ai primi del ‘700, e Palazzo Pino, di origine seicentesca.

Tra gli eventi mondani del borgo, ci sentiamo di consigliarvi la festa patronale di Maria dell’Assunta e San Domenico che ha luogo il 14 e il 15 di agosto. La piazza principale viene impreziosita con luminarie e svariate bancarelle con prodotti e dolci tipici locali. Altra celebrazione, che però non cade durante la bella stagione, è la festa in onore alla Madonna del Teofilo e quella della Madonnella. Si tengono la seconda e la terza domenica dopo Pasqua. Ultima data da segnare è il 19 novembre, quando si festeggia la Maria dell’Assunta che proprio in questa data salvò Martano dal terremoto.

 

FOTO DELLA COMMUNITY:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *