Palazzo della Mercanzia

Il palazzo della camera di commercio, sede dell'antica Università Mercatorum, un piccolo gioiello dalle mille curiosità!
Piazza della Mercanzia, Bologna
Portami qui

BREVE PRESENTAZIONE

Sotto le due Torri, tra piazza Ravegnana e piazza Santo Stefano troviamo, nella omonima piazza, il Palazzo della Mercanzia, detto anche Loggia dei Mercanti o Palazzo del Carrobbio. Sorto all’incrocio (un “carrobbio”) della vecchia via Emilia e via Salaria, il Palazzo, progettato degli architetti Lorenzo da Bagnomarino e Antonio di Vincenzo, risale al 1391 e subì un ampliamento nel 1439. Nei secoli successivi fu oggetto di vari restauri: nel 1484 a seguito del crollo della torre dei Banchi, nel 1890 il restauro di Alfonso Rubbiani ne restituì le antiche policromie e nel 1949 fu in parte ricostruito, a seguito dell’esplosione di un ordigno della seconda guerra mondiale che fece crollare metà della facciata (una lapide commemorativa descrive i lavori di restauro).

 

DESCRIZIONE GENERALE

Il Palazzo ha sempre avuto una funzione “istituzionale” a carattere commerciale; infatti fu dapprima foro dei Mercanti, poi Tribunale Mercantile e, dal periodo napoleonico ad oggi, sede della Camera di Commercio.

Nella parte frontale del palazzo, caratterizzata da una eterogeneità di stili quali il romanico ed il gotico, troviamo una loggia sostenuta da pilastri con capitelli decorati con elementi floreali che reggono le volte a sesto acuto.

Si intravedono tre nicchie con statue di marmo, di cui quella centrale raffigura la giustizia, e sopra la tribuna con baldacchino a cuspide, detta Loggia del Carrobbio, con a fianco due bifore con colonne a spirale. La parte alta è caratterizzata dagli stemmi delle compagnie delle arti e da una imponente merlatura.

La Loggia del Carrobbio era utilizzata per leggere pubblicamente le sentenze dei giudici e le delibere riguardanti i prezzi delle merci. Tali proclami venivano preannunciati dal suono della campana chiamata Lucardina.

Anche nelle facciate laterali sono presenti nicchie, bifore e decorazioni varie di analoga scelta stilistica.

Gli interni del Palazzo della Mercanzia sono caratterizzati da corridoi affrescati in stile rinascimentale con decorazioni in stile neoclassico e da altri ambienti ristrutturati negli anni ’20 dello scorso secolo abbelliti da stemmi e decorazioni.

 

CURIOSITÀ

I commercianti e banchieri che fallivano venivano incatenati alla colonna centrale della facciata del Palazzo…

PER SAPERNE DI PIÙ SULLE CURIOSITÀ

 

AUTRICE: Antonella Carobbio

 

FOTO DELLA COMMUNITY:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piazza della Mercanzia, Bologna
Portami qui