Pedamentina

Una bella passeggiata che vi porterà al Castel Sant'Elmo e alla Certosa di San Martino, godetevi la vista!
Via Pedamentina S. Martino
Portami qui

BREVE PRESENTAZIONE

La Pedamentina, con i suoi 414 scalini, è un sistema di discese e gradinate tra le più belle e panoramiche di Napoli, che collega il piazzale antistante la Certosa di San Martino con il Corso Vittorio Emanuele.

 

DESCRIZIONE GENERALE

La Pedamentina risale al XIV secolo e fu realizzata dagli architetti Tino di Camaino e Francesco de Vito, cui fu affidato il progetto della costruzione della Certosa di San Martino. I due dovettero inventarsi un modo per trasportare fino al Vomero i materiali per la costruzione della Certosa ed ecco che ebbero l’intuizione di costruire la Pedamentina, termine che deriva dal greco pedemontanus e che significa, appunto, “ascesa verso un polo di attrazione collocato in alto”.

La discesa fu quindi destinata a congiungere due differenti zone della città di Napoli, vale a dire la collina del quartiere Vomero ed il centro storico, posto a valle. In sostanza si tratta di una via di collegamento pedonale tra zone della città interessate da espansioni extra moenia, riconducibili perlopiù a quelle verificatesi nel corso del XVI secolo.

In origine però la scalinata non era così come la vediamo oggi; molto probabilmente al momento della costruzione non esisteva nessuna scala, nessuna tipologia di comfort. Visto che si trattava di costruire una salita per gli operai, per eludere il lungo tragitto che altrimenti gli toccava, gli angioini pretesero una stradina molto semplice, senza troppe comodità, anche se si resero necessari dei terrazzamenti, la sistemazione idrogeologica del pendio, l’insediamento di filari di pini, cipressi e ulivi. Solo in seguito, con l’accrescersi del suo utilizzo e l’inserimento nel perimetro murario, vennero costruite le scale e la pedamentina assunse l’aspetto attuale. La salita fu anche utilizzata a scopi difensivi in caso d’assedi del vicino Castel S. Elmo.

Percorrendo la Pedamentina è possibile ammirare non soltanto il panorama del golfo, ma anche gli orti ed i giardini della Certosa. Così come le molteplici scalinate della città di Napoli, è tuttora considerata un capolavoro urbanistico.

La Pedamentina termina in Via Vittorio Emanuele; ma da qui, proseguendo la discesa e percorrendo la “scala di Montesanto”, è possibile raggiungere la Pignasecca, cuore pulsante della città.

 

AUTORE: Gennaro Iommelli

 

FOTO DELLA COMMUNITY:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *