Ponte Sant’Angelo

Il ponte storico di Roma con le sue bellissime statue disegnate dal Bernini
Ponte Sant'Angelo
Portami qui

BREVE PRESENTAZIONE

Quello che oggi viene chiamato Ponte Sant’Angelo, originariamente aveva un altro nome. Venne chiamato Ponte Elio, in onore all’imperatore Elio Adriano che ordinò la sua costruzione nel 136 d.C. per poter attraversare facilmente il Tevere e poter quindi collegare la città al suo mausoleo, quello che oggi porta il nome di Castel Sant’Angelo.

 

DESCRIZIONE GENERALE

L’aspetto del ponte ha subito varie riforme negli anni, tra le quali, la più importante, fu quando vennero abbattuti i torrioni e al loro posto vennero poste due statue raffiguranti San Pietro e San Paolo. Le dieci belle statue, che adornano ponte Sant’Angelo, furono scolpite da allievi del Bernini su suoi disegni e andarono ad arricchire il ponte nel 1668, su incarico di Clemente IX. L’artista scolpì soltanto due angeli: quello con la corona di spine e quello che sorregge un cartiglio. Oggi i due angeli originali sono conservati nella chiesa di Sant’Andrea delle Fratte.

 

COAUTORE: Claudio Cimmino

 

FOTO DELLA COMMUNITY:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *