Punta Licosa

Licosa ha una delle spiagge più affascinanti e selvagge del Cilento
Licosa, Salerno
Portami qui

DESCRIZIONE GENERALE

Licosa è la punta Sud del Golfo di Salerno situata nel comune di Castellabate. Località selvaggia, che si estende per circa 6 km tra la frazione di Ogliastro Marina e San Marco di Castellabate. È un posto incontaminato e molto ricercato dagli amanti della natura e del silenzio, abitato soltanto da una trentina di famiglie. Gode di sentieri e spazi per fare trekking in relax ammirando tutta la peculiarità della ricca macchia mediterranea. È una zona privata e l’ingresso è custodito durante il periodo estivo. Ci si può arrivare a piedi da San Marco e da Ogliastro Marina.

Il Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e degli Alburni, il Principe Granito Pignatelli di Belmonte e tanti piccoli proprietari terrieri sono i custodi di questo incanto. Sul territorio sono presenti dei ruderi che testimoniano la presenza storica dei monaci benedettini, che in primis coltivarono queste terre. Sono presenti, inoltre, tre torri di avvistamento lungo la costa, che facevano da sentinella alle invasioni saracene.

Sulla collina più alta si trova una struttura costruita nel secolo scorso con il fascismo, presidiata dall’esercito durante l’ultima guerra. Tale torre è denominata “Semaforo”.

L’isolotto, creato dallo sprofondamento in età antica di una collina attaccata inizialmente alla terraferma, è testimone del passaggio della civiltà greca e romana, nonché simbolo del famoso mito di Ulisse e della sirena Leucosia, da cui la località prende il nome. Facendo un’escursione, anche subacquea, intorno all’isola si possono ammirare gli antichi resti di muri e un porticciolo greco-romano.

Popolo di marinai e agricoltori praticanti da sempre economia circolare, Licosa è la “perla” di Castellabate, da tenere gelosamente custodita dal mostro dell’inquinamento. Non ci sono bar, negozi, luoghi pubblici, ma solo pinete e un porticciolo. La costa è alta tanto che sembra, in alcuni punti, che ci si affacci su un terrazzo sul mare. Inoltre, qui si può ammirare il tipico “flysch” del Cilento. La salsedine liberata dalle onde che s’infrangono sulla scogliera dona respiri refrigeranti e conferisce ai prodotti locali della terra dei profumi e sapori unici.

 

SUGGERIMENTI DALLA COMMUNITY

La spiaggia è di difficile accesso, bisogna attraversare una fitta pineta, ma vedrete che la passeggiata ne varrà la pena. Consigliamo invece l’utilizzo di un’imbarcazione per raggiungerla in tutta comodità.

 

COAUTRICI: Giusi Parrillo, Gaia Pascale e Paola Meola

 

FOTO DELLA COMMUNITY:

  • Giusi Parrillo
  • Gaia Pascale  
  • Paola Meola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *