Roca Vecchia

Zona piena di storia e bellezze naturali

DESCRIZIONE GENERALE

Il villaggio di Roca Vecchia appartiene al comune di Melendugno. Zona ricca di storia, oltre che di panorami mozzafiato. Le grotte presenti facevano parte di antichi insediamenti rupestri, si possono anche trovare resti di tombe scavate nella roccia calcarea di colore bianco. Quando nel 1480 i Turchi si impossessarono della zona, proprio nell’odierno villaggio di pescatori si stabilirono Alfonso d’Aragona, Giulio Antonio Acquaviva e il duca di Melfi e pianificarono la riconquista di del territorio. Quelli che oggi risultano soltanto dei ruderi, erano originariamente un castello, che una volta abbandonato fu per anni un covo di pirati. Carlo V nel 1544 decise di abbatterlo. Oggi quei resti rendono lo scenario molto suggestivo e uno dei posti più amati del Salento. Ma, il vero e proprio gioiello del villaggio è la famosissima Grotta della Poesia.

Tutta quest’area di forte interesse storico è oggi soggetto alla realizzazione di un parco archeologico che si espande su un promontorio conosciuto come “Zona Castello-Carrare”. Pensate che sono stati ritrovati delle testimonianze che risalgono addirittura all’età del Bronzo.

 

FOTO DELLA COMMUNITY:

1 comment

  1. Oltre alla suggestiva grotta della poesia, potrete trovare numerose insenature che meritano una visita! Accedendo dallo stabilimento Kum, proseguendo avanti, è possibile ammirare delle piscine naturali di diverse dimensioni e profondità note come “Pascariello”. Questo posto è particolarmente consigliato anche nei giorni in cui tira forte vento di tramontana, in quanto il mare risulta essere comunque calmo, a differenza delle altre zone nelle vicinanze. Proseguendo piú avanti si trova un’altra suggestiva insenatura di forma quadrata, scavata nella roccia, in cui è possibile scendere attraverso delle scalinate. Sia questo, che Pascariello sono degli ottimi punti da cui vedere il tramonto, anche se non avremo il sole che entra in acqua 😁
    In corrispondenza del baretto invece, troviamo una piccola insenatura sabbiosa, nota come portuligno, con una colorazione che spazia dal celeste al verde smeraldo. Da qui potrete partire per un percorso snorkeling: una volta scesi nella spiaggetta, andando verso destra e seguendo la costa, incontrerete diverse grotte, fino ad arrivare ad una seconda insenatura, più ampia e rientrata, nota come Nfocaciucci. Proseguendo oltre, troverete diversi isolotti con rovine storiche, tra cui la vecchia torre. Volendo è possibile continuare seguendo la costa per arrivare fino alla grotta della poesia, da cui è possibile accedere tramite il passaggio sotto la grotta.

    P.S.: percorso eseguibile solo con mare calmo, da evitare assolutamente nelle giornate di forte tramontana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *