Torre dell’Orso

Torre con una vista mozzafiato sulla spiaggia sottostante

DESCRIZIONE GENERALE

Torre dell’Orso è una frazione del comune di Melendugno. La località sorge sulla costa adriatica, dove troverete una lunga spiaggia giusto dopo aver attraversato una pineta. Come molte spiagge salentine, anche Torre dell’Orso possiede una torre troncoconica cinquecentesca che si affaccia sul mare dalla parte più alta della costa. Nella baia sono presenti sia strutture organizzate che spiaggia libera. La spiaggia completamente sabbiosa è situata tra due alte scogliere.

L’origine del nome è dubbia. Si pensa che il nome “Orso” derivi da Urso, antica famiglia storica locale che governava la zona. Un’altra tesi sostiene che il nome abbia origine da Sant’Orsola, visto che la maggior parte delle torri salentine hanno nomi di santi.

Rimanendo in ambito storico, di particolare interesse sono le grotte che ci riportano indietro nel tempo, quando venivano usate da pescatori e anacoreti come rifugio. La più interessante è la Grotta di S. Cristoforo, scavata dall’uomo prima dell’anno zero. Al suo interno, di rilevante interesse storico-culturale, sono le incisioni rupestri in latino e greco che testimoniano la fede dei naviganti che facevano tappa nelle vicinanze.

Di fronte alla parte sud della spiaggia potrete ammirare “Le Due Sorelle”, dei meravigliosi faraglioni. Il nome trova origine in una leggenda locale. Si dice che due sorelle, vivendo nell’entroterra e lavorando senza mai fermarsi, non avessero mai potuto ammirare il mare. Un giorno, stanche della loro vita monotona, decisero di fare una lunga passeggiata e di arrivare fino alla costa per poter scoprire coi loro occhi l’immensa bellezza del mare. Quando giunsero a Torre dell’Orso rimasero ammaliate dalla maestosità del mare e decisero di gettarsi dalla scogliera. Gli Dei, che conoscevano la loro storia, provarono pietà e decisero di trasformarle nei due faraglioni per rendere eterno il loro ricordo.

La località non attira i visitatori soltanto nelle ore diurne, ma anche in quelle serali, dove è possibile fare fresche passeggiate all’imbrunire, attraverso i giardini pubblici e tra le vie del centro dove troviamo, tra l’altro, varie attività commerciali come bar, ristoranti e negozi per lo shopping.

 

FOTO DELLA COMMUNITY:

1 comment

  1. Alla fine della lunga spiaggia, più o meno in corrispondenza delle “Due sorelle”, è possibile avere una visione panoramica dell’intera baia da due prospettive molto suggestive! Salendo sulla scogliera che delimita la spiaggia, attraverso un sentiero sterrato, avrete una visione dall’alto delle due sorelle e della spiaggia (consigliato l’uso di scarpe da ginnastica ma percorribile tranquillamente anche con infradito), mentre rimanendo sulla spiaggia e salendo qualche gradino ricavato tra le rocce,
    potrete accedere a una piccola grotta (denominata Grotta di San Cristoforo”) che rappresenta una vera finestra sulla baia!

Lascia una risposta a Gianmarco Maio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *